Atterraggio in aeroporto diverso? Ora il rimborso è possibile

Atterraggio in altro aeroporto

Cosa succede in caso di atterraggio in aeroporto diverso?

IL CASO: Il mio volo Volotea da Catania a Bari è atterrato a Crotone. Posso chiedere un risarcimento danni alla compagnia aerea?

Chiara

Questo è solo uno dei tanti messaggi che noi di TuoRisarcimento riceviamo.

Il disagio è enorme perché di sicuro arriveremo in ritardo e, nella peggiore delle ipotesi, è possibile che non si riceverà nessuna assistenza. In alcuni casi è anche possibile che perderemo la coincidenza con altro volo aereo.

Bisogna distinguere 2 ipotesi per cui si può verificare un atterraggio in altro aeroporto da quello previsto nel biglietto:

  • “motivi estranei” alla compagnia aerea
  • “motivi connessi” alla compagnia aerea

In questo articolo ti darò  maggiori dettagli e farò esempi pratici delle varie casistiche.

Iniziamo però da qualche premessa.

Perché si parla di dirottamento o deviazione del volo aereo?

In caso di atterraggio in aeroporto diverso si parla, in termini tecnici, di dirottamento. Ma non devi pensare al dirottamento terroristico, perché stiamo parlando di una deviazione della tratta aerea.

Si ha un cambiamento di rotta rispetto a quella prevista nel biglietto del volo aereo. La decisione ultima spetta al comandante, su indicazione delle autorità a terra o per circostanze particolari verificatesi in volo.

Un volo aereo dirottato ha delle conseguenze importanti:

  1. stravolgimento dei programmi di atterraggio dell’aeroporto
  2. problemi per il volo successivo che avrebbe dovuto operare lo stesso aeromobile
  3. ritardo per il passeggero.

Ovviamente noi analizzeremo in questo articolo il problema n. 3, che riguarda il passeggero.

Atterraggio in aeroporto diverso per motivi estranei al vettore

Immagina di trovarti in volo da Palermo a Milano con Volotea. Ma nell’aeroporto di Milano è lanciato un allarme per rischio attentato, con immediata chiusura dello scalo. Al comandante del volo Volotea è ordinato di atterrare a Fiumicino. Cessato l’allarme, il volo riparte e arriverai a Milano con 7 ore di ritardo.

La domanda è: posso chiedere il risarcimento per volo in ritardo?

No, non è possibile.

Ma ricostruiamo il racconto del viaggio con delle varianti.

A Fiumicino, la Volotea ti fa scendere dall’aereo e non ti offre un volo sostitutivo per raggiungere Milano. Non ti resta che acquistare dalla Blue Panorama un volo al costo di 256 euro.

Come nel caso precedente, non hai diritto al risarcimento, perché a Milano vi era un rischio per la sicurezza. Ma hai diritto al rimborso del costo del volo Blue Panorama di 256 euro.

Come hai visto, nel primo caso la Volotea ha fatto il possibile per riproteggerti appena possibile. Mentre nel secondo caso non ha adottato le misure necessarie per evitare di danneggiarti.

Ecco altri motivi estranei al vettore:

  • maltempo grave nell’aeroporto di arrivo
  • chiusura dello spazio aereo nell’aeroporto di arrivo o lungo la tratta
  • pericolo di incendio nell’aeroporto di arrivo
  • malore del comandante, di altro membro dell’equipaggio o di un passeggero
  • ragioni di sicurezza a bordo imputabili a un passeggero violento

Atterraggio in aeroporto diverso per colpa del vettore

Analizziamo adesso le ipotesi in cui è invece previsto il risarcimento della compagni aerea, che ha colpa nel dirottamento.

Ecco i casi risarcibili:

Per queste ipotesi, la compagnia aerea ha l’obbligo previsto dal Regolamento CE 261/2004 di garantire al passeggero questi diritti:

  • pagamento della compensazione pecuniaria da 250 a 600 euro per volo in ritardo
  • offerta gratuita di un volo sostitutivo per raggiungere la destinazione finale
  • se non è possibile offrire un volo sostitutivo il prima possibile, offerta di un trasporto gratuito con bus verso la destinazione finale
  • pasti e bevande gratuite se il disservizio è prolungato nel tempo

CONCLUSIONI: Quando si ha diritto al rimborso per dirottamento del volo?

In sostanza, se la compagnia aerea non ha colpa nel dirottamento, hai diritto a:

  • assistenza
  • rimborso delle spese

se la compagnia aerea ha colpa, hai diritto a:

  • compensazione pecuniaria da 250 a 600 euro
  • assistenza
  • rimborso delle spese

Il rimborso però deve riguardare spese necessarie, che si è stati costretti a sostenere perché non hai ricevuto assistenza dalla compagnia aerea. Ecco un esempio pratico:

  • pasti e bevande se il disservizio è prolungato
  • mezzo di trasporto per raggiungere la destinazione finale (altro volo aereo, bus, treno o taxi)
  • albergo per il pernottamento se il mezzo di trasporto parte il giorno successivo

Se hai diritto al risarcimento per atterraggio in aeroporto diverso o al rimborso delle spese sostenute, possiamo aiutarti a ottenere il pagamento in modo gratuito.

Non perdere tempo, raccontaci il tuo viaggio. Dal 2012, noi di TuoRisarcimento, aiutiamo i passeggeri italiani a far valere i propri diritti contro le grandi compagnie aeree. Sappiamo come fare e conosciamo il diritto dell’Unione europea in difesa dei passeggeri.

Vai nella nostra pagina CONTATTACI e saremo contenti di poterti aiutare.

Coronavirus: Quali Compagnie Cancellano 32.563 voli?

quali compagnie aeree cancellano 32000 voli per coronavirus

La settimana in cui l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato il coronavirus una pandemia, le compagnie aeree hanno cancellato oltre 32.000 voli aerei in tutto in mondo. Addirittura oltre 11.000 voli aerei sono stati annullati solo in Europa. E questi dati si riferiscono solo al periodo tra l’8 marzo e il 14 marzo 2020.

Noi di TuoRisarcimento, specializzati ad assistere i passeggeri di voli cancellati, seguiamo con costante attenzione l’evolversi della situazione.

Abbiamo già spiegato in un altro nostro articolo che è possibile chiedere un rimborso per volo cancellato per coronavirus.

Mentre in questa pagina parleremo di quali compagnie aeree hanno deciso di cancellare i voli e quali sono i numeri in Europa e nel mondo. Si tratta di dati molto interessanti perché se stai leggendo questo articolo potrà riguardare anche il tuo volo.

Iniziamo subito con analizzare i dati per ogni singola compagnia aerea di maggiore interesse per i passeggeri italiani.

Quali compagnie aeree cancellano i voli per coronavirus

Il coronavirus ha generato un numero enorme di casi di “no show”, cioè di passeggeri che non si presentano per l’imbarco per rinuncia al volo aereo. I dati raggiungono quasi il 91 % per i passeggeri che avevano acquistato il biglietto per motivi lavorativi e il 97% per motivi turistici. Una larga parte che aveva anche chiesto il visto per uscire dall’Europa ha contattato direttamente l’Ambasciata per chiedere la restituzione del passaporto senza il rilascio del visto stesso non utilizzabile.

Voli cancellati da Ryanair per coronavirus

Voli cancellati da Ryanair per coronavirus

Il 10 marzo la Ryanair ha annunciato la sospensione del programma di voli da e per l’Italia. In particolare, la cancellazione dei voli Ryanair sarà così programmata:

  • dall’11 marzo fino all’8 aprile 2020, sono cancellati tutti i voli nazionali
  • dal 13 marzo fino all’8 aprile 2020, sono cancellati tutti i voli internazionali da o per l’Italia

La Ryanair, quindi, ha cancellato molti voli senza un preavviso di 2 settimane, come è invece previsto dal Regolamento CE 261/2004. Ti possiamo aiutare a presentare un reclamo in modo gratuito.

Voli cancellati da easyJet per coronavirus

Voli cancellati da easyJet per coronavirus

La easyJet ha anche comunicato di aver cancellato un numero significativo di voli aerei, spezzando definitivamente il collegamento tradizionale tra Italia e Regno Unito. La compagnia comunica però che garantirà il rientro a casa di chi si trovava all’estero, mediante voli straordinari, previa riprogrammazione richiesta dal passeggero sul sito del vettore.

La easyJet, quindi, ha cancellato molti voli senza un preavviso di 2 settimane, come è invece previsto dal Regolamento CE 261/2004.

Se il volo è stato annullato senza un preavviso di 2 settimane, è possibile fare un reclamo per violazione del Diritto europeo: leggi il nostro articolo Volo cancellato per coronavirus. Rimborso possibile?

Voli cancellati da Lufthansa per coronavirus

La Lufthansa, a differenza dei vettori low cost, ha deciso l’11 marzo di cancellare oltre 23.000 voli dal 29 marzo al 24 aprile 2020.

La Lufthansa, però, a differenza di Ryanair e easyJet, rispetta il Regolamento CE 261/2004 che prevede un preavviso di 2 settimane. Di conseguenza, non è possibile chiedere la compensazione pecuniaria ma solo il rimborso totale che deve avvenire entro 15 giorni.

Voli cancellati da Wizz Air per coronavirus

La Wizz Air ha cancellato tutti i voli da e per l’Italia dal 10 marzo al 3 aprile.

In particolare, nessun volo Wizz Air partirà o atterrerà in questi aeroporti: Alghero, Bari, Bologna, Catania, Milano Bergamo, Milano Malpensa, Napoli, Pisa, Roma Ciampino, Roma Fiumicino, Torino, Venezia Treviso, Verona.

Ad oggi, però, sul sito della Wizz Air, non sono fornite informazioni importanti per i passeggeri. Per questo motivi, ogni giorno riceviamo decine e decine di contatti di passeggeri che avevano acquistato il volo Wizz Air.

La Wizz Air, quindi, ha cancellato molti voli senza un preavviso di 2 settimane, come è invece previsto dal Regolamento CE 261/2004. Puoi fare un reclamo compilando i dati del volo nella nostra pagina VERIFICA GRATUITA.

Voli cancellati da British Airways per coronavirus

La British Airways ha cancellato anche tutti i voli da e per l’Italia, dal 10 marzo a 4 aprile. Mentre inizialmente aveva sospeso solo i voli che riguardavano gli aeroporti del nord Italia.

Anche sul sito della British Airways non ci sono informazioni per i passeggeri, che sono costretti a chiedere il nostro aiuto per capire cosa fare.

La British Airways, quindi, ha cancellato molti voli senza un preavviso di 2 settimane, come è invece previsto dal Regolamento CE 261/2004.

Voli cancellati da Air Canada per coronavirus

Più drastica è la decisione di Air Canada che addirittura cancella i voli fino a maggio 2020.

Air Canada si è anche limitata a dare la notizia ai giornali e sul sito ufficiale non ci sono notizie utili sul da farsi.

La Air Canada, quindi, ha cancellato molti voli senza un preavviso di 2 settimane, come è invece previsto dal Regolamento CE 261/2004.

Voli cancellati da Air France per coronavirus

La Air France ha cancellato i voli dal 14 marzo al 3 aprile.

La Air France, quindi, ha cancellato molti voli senza un preavviso di 2 settimane, come è invece previsto dal Regolamento CE 261/2004.

Cosa fare se il volo è stato cancellato senza un preavviso di 2 settimane?

Se il vettore non ha dato un preavviso di 2 settimane per la cancellazione del volo, ha violato il diritto dell’Unione europea (Reg. CE 261/2004).

Quindi è possibile fare un reclamo per violazione del Diritto europeo.

PER APPROFONDIRE: Leggi il nostro articolo Volo cancellato per coronavirus. Rimborso possibile?

Quanti sono i voli cancellati per coronavirus nel mondo?

Ecco in dettaglio il numero dei voli aerei cancellati nella settimana tra l’8 marzo e il 14 marzo 2020, in cui il coronavirus è stato dichiarato pandemia.

I dati sono impressionanti.

 N. Cancellati Compagnia aerea
1.355 (U2) easyJet
1.160 (MAY) Malta Air
725 (LH) Lufthansa
713 (AZ) Alitalia
532 (LX) SWISS
483 (CL) Lufthansa CityLine
471 (OS) Austrian
442 (AF) Air France
382 (BA) British Airways
344 (W6) Wizz Air
260 (HOP) HOP!
255 (CT) Alitalia CityLiner
251 (SK) SAS
201 (TK) Turkish Airlines
184 (SU) Aeroflot
166 (WF) Wideroe
161 (IB) Iberia
155 (EW) Eurowings
148 (2L) Helvetic Airways
143 (SN) Brussels Airlines
137 (KL) KLM
133 (VY) Vueling
120 (EN) Air Dolomiti
107 (WA) KLM Cityhopper
102 (CJ) BA Cityflyer
82 (L1E) Norwegian Air Sweden
82 (4U) Germanwings
80 (LG) Luxair
71 (KM) Air Malta
71 (LY) El Al
70 (RR*) Ryanair Sun
67 (TP) TAP Air Portugal
64 (EWE) Eurowings Europe
63 (LO) LOT – Polish Airlines
51 (LS) Jet2
48 (DC) Braathens Regional
44 (DY) Norwegian Air Shuttle
43 (FV) Rossiya Airlines
43 (EZ*) Sun-Air
42 (A3) Aegean Airlines
Grafico voli cancellati per covid-19
Grafico voli cancellati per covid-19

Per comprendere la portata dell’evento, è interessante osservare il grafico sotto. Si mostrano gli aerei in volo in tempo reale (oggi 16 marzo 2020, ore 12:00). Si può osservare che il cielo italiano è quasi vuoto.

Voli in Italia adesso
Voli in Italia adesso, 16 marzo 2020 ore 12:00

Mentre questa è la situazione dei cieli della Gran Bretagna:

Voli adesso in Francia, 16 marzo 2020 ore 12.00
Voli adesso in Francia, 16 marzo 2020 ore 12.00

Risulta interessante anche osservare l’immagine sotto, con il numero dei voli aeri annullati negli Stati Uniti, in nord America, in Europa e in Asia. I dati permettono di comprendere che, in questo momento (16 marzo 2020), la pandemia è percepita in modo diverso dalla popolazione mondiale.

Infatti, negli Stati Uniti non è ancora percepita la pandemia e il numero di voli cancellati non è alto.

In Europa, la pandemia è percepita come un pericolo già in corso e il numero dei voli cancellati è molto alto.

Mentre in Asia, in cui il virus è quasi sconfitto, le persone decidono ancora di non volare per precauzione.

Situazione mondiale dei voli annullati per coronavirus
Situazione mondiale dei voli annullati per coronavirus

Reclami Iberia: 3 Errori da evitare e Modulo On Line

reclami iberia

Cerchi un guida per reclami Iberia? Vuoi fare il reclamo subito on line? Il tuo volo Iberia è stato cancellato, è arrivato a destinazione con oltre 3 ore di ritardo o era in overbooking?

Il vettore spagnolo Iberia, con hub in 20 aeroporti italiani, sta aumentando in modo esponenziale il numero di voli aerei, sia interni sia verso la Spagna.

Ogni mese, però, registriamo un aumento del 2,7 % di disservizi causati da Iberia.

I motivi principali per cui il vettore spagnolo causa disagi negli aeroporti italiani sono principalmente 2:

  • è un vettore low cost che punta molto al risparmio della spesa, per cui non dispone di aeromobili sostitutivi in ogni scalo aeroportuale
  • ha accordi di code sharing con poche altre compagnie aeree, per cui in caso di ritardo o cancellazione riceve poco supporto da parte di altri vettori.

Nel 2020, noi di TuoRisarcimento, abbiamo avuto un incremento del 7% di reclami Iberia per voli ritardati o cancellati. Se anche tu stai leggendo questo articolo, hai qualcosa in comune con le migliaia di passeggeri italiani che ogni anno ci contattano.

destinazioni-iberia
Iberia negli ultimi 5 anni ha incrementato gli scali del 20% in Italia

Sono un avvocato specializzato in diritto dei trasporti aerei e in questo articolo ti parlerò di 3 errori da evitare per la presentazione di un reclamo Iberia.

Troverai anche il link per presentare un reclamo on line con il mio diretto aiuto e del mio staff, senza che tu dovrai occuparti di spedire lettere o chiamare call center in Spagna. Sarai aiutato interamente da noi, in modo gratuito.

Se invece hai subito un negato imbarco, puoi leggere l’altro mio articolo su overbooking Iberia.

1# Non inviare il reclamo perché è una società estera

reclamo per posta a Iberia
reclamo per posta a Iberia

Il primo errore che commettono il 65% dei passeggeri italiani che subiscono un ritardo o una cancellazione del volo Iberia è quello di rinunciare a fare reclamo. La ragione principale è che non hanno il tempo, la capacità o, semplicemente, la voglia di agire contro una società estera.

Questi passeggeri pensano che sia necessario agire in questo modo:

  • fotocopiare il biglietto aereo e la carta di identità
  • allegare eventuali scontrini per spese sostenute
  • inviare una raccomandata con avviso di ricevimento (A/R) di colore rosso o giallo
  • redigere la lettera in forma di messa in mora, con diffida ad adempiere entro 15 giorni e in lingua inglese o spagnola
  • aspettare prima 20 giorni, poi 5 mesi e infine rassegnarsi per il rimborso Iberia che non arriverà
  • sollecitare la Iberia al numero telefonico (+39) 02 913 87 051 oppure su Twitter (ma solo in spagnolo)

… e molto altro ancora, come ci hanno già informato i passeggeri che hanno scelto questa strada tortuosa senza il nostro aiuto.

Se proprio sei ostinato a voler agire in questo modo, ecco l’indirizzo della sede legale:

IBERIA LAE SA Operadora Unipersonal

C/ Martínez Villergas, 49

28027 Madrid (España)

Mentre l’indirizzo pec Iberia è iberia.italia@pec.it

In questo modo potresti fare valere i tuoi diritti di passeggero contro Iberia.

Ma è ovviamente molto complicato e il risultato positivo si avrà solo per un piccolo numero di passeggeri! Proprio così, perché la Iberia è un vettore low cost e cercherà di fare resistenza per non pagare la compensazione pecuniaria. Il loro obiettivo principale è quello di risparmiare, quindi senza un reclamo scritto da un avvocato non farai paura a una grande società.

Il modo più semplice è darci la possibilità di aiutarti in tutto questo. Ci occuperemo noi di tutti gli aspetti burocratici dei reclami Iberia e alla fine di questo articolo scoprirai come poterlo fare in solo 2 minuti, direttamente on line. Senza la necessità di spedire raccomandate internazionali in Spagna.

2# Ascoltare la giustificazione fornita da Iberia

rimborso iberia

Il secondo errore è quello di dare retta alla giustificazione che ti darà lo staff di Iberia. Ecco alcune delle scuse più ricorrenti per i ritardi o cancellazioni Iberia:

  • guasto tecnico (ai portelloni, all’aria condizionata, all’impianto elettrico, all’impianto idraulico, ecc.)
  • maltempo in altro aeroporto che ha creato problemi nella rotazione dei voli
  • sbrinamento delle ali ritardato
  • rifornimento di carburante necessario
  • ecc.

Per tutti questi motivi, la Iberia è obbligata a pagare la compensazione pecuniaria da 250 euro a 600 euro se il volo dovesse subire uno di questi eventi:

Ma il personale di terra, di volo o del call center ti dirà che in base al Regolamento CE 261/2004 vi sarebbe stata una circostanza eccezionale per cui la Iberia non è obbligata a pagare.

Falso!

Ti stanno solo dicendo una scusa per risparmiarsi di pagare la compensazione pecuniaria. Altre volte, ti diranno che c’era maltempo proprio nell’altro aeroporto, ma è un altro modo per mascherare un altro motivo dovuto a una colpa loro.

In tutti questi casi e in molti altri ancora la Iberia ha l’obbligo di pagare la compensazione pecuniaria in denaro, con assegno o in contanti, fino a 600 euro. Oltre un eventuale risarcimento ulteriore che possiamo valutare noi di TuoRisarcimento in base al singolo caso che ci racconterai.

Saremo noi a verificare il volo aereo e la situazione dell’aeroporto di arrivo e di partenza, perché non ci fidiamo della nostra controparte. Ecco perché avviamo solo reclami con un altissimo tasso di successo.

3# Aspettare il rimborso Iberia senza fare reclamo

Chiedere rimborso iberia con reclamo on line

Il terzo errore è forse quello commesso dai passeggeri più fiduciosi nella bontà altrui e nell’operato delle grandi società commerciali. Molti leggono su internet che il Regolamento CE 261/2004 prevede risarcimenti in denaro e pensano che questo avverrà automaticamente.

Sbagliato!

Solo la Emirates, che è la migliore compagnia aerea al mondo, paga in modo automatico la compensazione pecuniaria per ritardo o cancellazione.

Tutte le altre compagnie aeree, soprattutto low cost come Iberia, non muoveranno un dito senza un reclamo scritto. Ricordati che il comandamento numero 1 delle compagnie aeree è risparmiare e per loro il pagamento dei risarcimenti sono una spesa.

Come chiedere un Rimborso Iberia

Adesso che hai letto gli errori più comuni, avrai capito che il rimborso Iberia va chiesto con un reclamo. Questo reclamo è opportuno farlo preparare, scrivere e inviare a esperti nel diritto dei trasporti aerei.

Noi di TuoRisarcimento, dal 2012, aiutiamo i passeggeri a presentare i reclami Iberia on line, senza la necessità di inviare lettere o chiamare call center.

Domande frequenti sui reclami Iberia

Ma prima di indicare il link per fare il reclamo on line, rispondiamo alle domande che più ci rivolgono i passeggeri Iberia

Cosa fare se Iberia offre un voucher gratuito?

Non accettarlo. Ricevi solo pagamenti in denaro e poi compra liberamente un altro volo da loro o da altri vettori.

Entro quanto tempo reclamare?

Hai 2 anni, ma ti conviene agire il prima possibile per ragioni probatorie. Inoltre, i primi reclami sono pagati con minore contestazione.

Se ho buttato la carta di imbarco Iberia perdo il risarcimento?

No, puoi utilizzare la prenotazione ricevuta nella mail. Oppure ci occuperemo noi a richiedere al vettore l’attestazione della tua presenza a bordo. Scrivici nella pagina CONTATTACI per il tuo caso specifico.

Posso fare un reclamo telefonando a Iberia?

Certo. Il problema è vincerlo quel reclamo che non ha prova scritta e rischia di andare in prescrizione…

Posso chiedere il rimborso delle spese?

Assolutamente sì. L’importante è che le spese sostenute siano state necessarie e connesse con il ritardo o cancellazione del volo Iberia. In questo caso, inviaci gli scontrini o le fatture di queste spese (ad esempio ristorante, taxi, hotel, noleggio, altro volo perso).

Modulo on line per reclami Iberia

Modulo on line per reclamo Iberia

Bene, adesso che hai letto gli errori più comuni, agisci subito e non fare anche tu lo sbaglio degli altri passeggeri.

Verifica il tuo volo Iberia compilando il modulo on line CLICCANDO QUI (è facile, veloce e sicuro)

Overbooking Alitalia: Come farsi rimborsare?

Overbooking Alitalia

Gli overbooking Alitalia aumentano ogni mese.

Il caso che si ripete è sempre lo stesso:

  • hai acquistato un volo Alitalia
  • ti sei presentato all’imbarco in orario
  • ti hanno detto che “il volo è pieno
  • hai subito un negato imbarco per overbooking da Alitalia senza nessun preavviso

Conosco il disagio e la rabbia per un negato imbarco, perché personalmente l’ho subito nel 2015 al mio rientro dal viaggio di nozze. Purtroppo l’overbooking Alitalia è previsto nelle condizioni generali del contratto che il passeggero accetta al momento dell’acquisto del biglietto.

In generale, le compagnie aeree praticano l’overbooking per aumentare il fatturato, prevedendo che un certo numero di passeggeri non si presenterà per l’imbarco. Quindi vende un numero di biglietti maggiore rispetto al numero di posti disponibili.

Per esempio l’Airbus A330 della Alitalia contiene 253 posti, ma praticando l’overbooking vengono venduti 255 biglietti. Per 2 passeggeri verrà praticato l’overbooking.

Talvolta, nessuno si accorge dell’overbooking Alitalia perché alcuni passeggeri non si presentano per motivi familiari oppure perché hanno avuto un guasto con la macchina per andare in aeroporto. Quindi i passeggeri che avrebbero dovuto subire il negato imbarco riescono comunque a imbarcarsi senza notare nulla.

Con il mio staff di TuoRisarcimento, ogni anno, aiutiamo migliaia di passeggeri italiani a far valere i propri diritti. In questa pagina scoprirai cosa poter fare e come contattarci per farti assistere in modo gratuito e immediato.

Cosa fare per Overbooking Alitalia?

L’overbooking è determinato dal sistema informatico della Alitalia e non dal personale di servizio del vettore.

Non ha nessuna utilità reclamare in aeroporto, perché il negato imbarco è deciso in modo irreversibile.

Al passeggero che viene negato l’imbarco, invece, resta di pretendere che vengano garantiti i diritti di assistenza.

I diritti del passeggero vittima di negato imbarco Alitalia

Diritti passeggero per negato imbarco Alitalia
Diritti passeggero per negato imbarco Alitalia

Il passeggero che ha subito dalla Alitalia un negato imbarco è protetto dal Diritto europeo e ha il privilegio di ricevere diverse tutele.

I diritti previsti sono identici a quelli di chi ha subito un ritardo o una cancellazione.

Vediamoli nello specifico.

Diritto all’assistenza

Innanzitutto, il passeggero ha la possibilità di poter scegliere tra:

  • rimborso del biglietto entro 7 giorni, se decide di rinunciare al viaggio. Può essere il caso di chi aveva un appuntamento di lavoro e quindi non ha ormai nessun interesse a raggiungere l’altra città. Il rimborso deve essere equivalente al prezzo di acquisto e senza nessuna decurtazione di tasse o altri accessori. Può avvenire in contanti, su carta di credito o con assegno. Ma la prassi utilizzata da Alitalia è il rimborso del costo del biglietto sulla stessa carta di credito utilizzata per l’acquisto
  • un volo alternativo il prima possibile per raggiungere comunque la destinazione finale. È il caso più frequente, perché 8 passeggeri su 10 hanno comunque interesse a raggiungere l’altra città per impegni personali o lavorativi. Solitamente il volo alternativo è sempre Alitalia, ma se la compagnia non ha ulteriori voli previsti in giornata si serve di altre compagnie aeree partners (come Air France, Klm, Air Malta)

Il 92% dei passeggeri, infatti, sceglie un volo alternativo che, in genere, è offerto nella stessa giornata. Il sistema informatico che individua il passeggero vittima dell’overbooking calcola anche il volo alternativo per garantire comunque l’arrivo a destinazione.

Spesso le compagnie aeree rimborsano il biglietto entro poche ore dal negato imbarco. In questo modo, sperano che il passeggero si accontenti di questo rimborso e non chieda la compensazione pecuniaria. Le compagnie aeree sanno benissimo che così risparmieranno anche milioni di euro l’anno, perché purtroppo il 56 % di chi riceve il rimborso “si accontenta”.

Ma chi si accontenta del solo rimborso del biglietto commette un grave errore, come spiegato nel paragrafo successivo. Infatti il rimborso del biglietto è il minimo che il passeggero possa ottenere per diritto.

Diritto alla compensazione pecuniaria

Il passeggero che ha subito l’overbooking ha sempre diritto alla compensazione pecuniaria, anche se ha beneficiato del diritto di assistenza (rimborso o volo alternativo).

Il pagamento deve avvenire immediatamente e non può essere evitato per la presenza di casi di forza maggiore. Il diritto del passeggero è tutelato in modo standard e senza possibilità di contestazione da parte del vettore.

La compensazione pecuniaria per negato imbarco Alitalia può essere di 250, 400 o 600 €, in base alla lunghezza della tratta aerea, come è ampiamente spiegato nella nostra pagina sull’overbooking.

Perché abbiamo ottenuto il 100% di vittorie?

Tutti i passeggeri che ci hanno contattato per un caso di overbooking Alitalia sono riusciti ad ottenere la compensazione pecuniaria.

La nostra formula è in realtà molto chiara e trasparente, perché siamo sempre riusciti a far applicare l’art. 4 del Regolamento CE 261/2004. Siamo sempre riusciti a ribaltare ogni possibile contestazione della compagnia aerea per evitare di pagare la compensazione, utilizzando le prove che riusciamo a elaborare con la supervisione di tutti gli aeroporti mondiali. Siamo tra gli unici in Italia a integrare la richiesta di compensazione con la richiesta di un rimborso ulteriore per overbooking. Ad esempio per un danno dall’inadempimento del contratto di trasporto, come nel caso di Marco F. che ha ottenuto 1.650 € per non aver potuto sostenere un esame universitario a causa del negato imbarco).

Se hai subito un negato imbarco da Alitalia possiamo aiutarti a effettuare la richiesta di risarcimento e ottenere il pagamento previsto dall’Unione Europea. Non dovrai occuparti di nulla e riceverai il pagamento direttamente sulla carta di credito utilizzata per l’acquisto del volo oppure su conto bancario che vorrai indicare.

I passeggeri italiani che ci hanno scelti negli ultimi anni sono stati migliaia e siamo disponibili anche a seguire il tuo caso con la stessa passione, dedizione e professionalità.

Invia i dati del tuo volo aereo in overbooking Alitalia compilando il modulo di contatto CLICCANDO QUI.

Rimborso Blu Express: Perché chiederlo a Blue Panorama?

Rimborso Blu Express

Il rimborso Blu Express va chiesto alla società che è proprietaria del marchio, cioè a Blue Panorama Airlines.

Blu Express, infatti, è un marchio della società italiana Blue Panorama che opera voli low cost di corto o medio raggio dal 2005, soprattutto nel settore leisure.

Si tratta di un particolare tecnico che pochi passeggeri conoscono ma che è molto importante per la richiesta di un rimborso dovuto a ritardo o cancellazione Blu Express. Infatti non esiste una società o una sede legale propria di Blu Express.

La Blue Panorama (per conto di Blu Express) deve pagare il rimborso previsto dal Regolamento CE 261/2004 in base alle diverse ipotesi, che puoi approfondire nelle nostre pagine:

Come già abbiamo detto in un altro nostro articolo sul rimborso Blue Panorama, il risarcimento è dovuto perché si tratta di un vettore italiano che deve rispettare il diritto europeo.

ATTENZIONE: Blue Panorama (per conto di Blu Express) deve pagare la compensazione pecuniaria da 250 euro a 600 euro anche se il costo del biglietto era di pochi euro. Basta anche aver speso 1 euro per l’acquisto del biglietto per avere diritto al pagamento!

Come fare il reclamo Blu Express?

Il reclamo a Blu Express può essere inviato a questo indirizzo con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno (A/R):

Blue Panorama Airlines

Viale Delle Arti, 123 Pal. D

00054 Fiumicino (RM), Italy

Il reclamo deve essere redatto con la forma di una lettera di messa in mora e deve diffidare il vettore al pagamento entro 15 giorni, con minaccia di azione legale se non pagheranno. Citare anche il Regolamento CE 261/2004 quale presupposto dell’azione, segnalando che in caso di mancato pagamento verrà anche fatta segnalazione all’ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile).

Spesso, l’ufficio reclami del vettore chiede un secondo invio del biglietto originale. Ma non devi mai inviarlo, perché può andare smarrito e potresti perdere per sempre il tuo diritto al rimborso. Si tratta di richieste pretestuose di molti vettori aerei per prendere tempo e scoraggiare il passeggero. Sono molto frequenti respingimenti del reclamo presentato dal passeggero che non conosce il diritto dei trasporti. Per questo motivo, il consiglio è farsi assistere da portali specializzati, anche se trattengono una modesta percentuale del risarcimento.

Come chiedere il rimborso Blu Express On Line?

Se vuoi inoltrare il reclamo direttamente on line, senza la necessita di spedire raccomandate o documenti cartacei puoi compilare il nostro modulo di verifica volo.

Noi TuoRisarcimento aiutiamo i passeggeri a presentare il reclamo direttamente da casa con il pc o lo smarphone. Devi solo essere in possesso della prenotazione Blu Express e inviarci una foto o la scansione. Saremo noi a verificare con il biglietto Blu Express i dati del volo aereo e della situazione aeroportuale. In questo modo, potremmo accertare se il ritardo o cancellazione Blu Express dà diritto al risarcimento.

L’attestazione del tempo di ritardo sarà da noi estratta dai portali internazionali di global flight tracker. Eventuali contestazioni di Blu Express saranno gestite dal nostro staff specializzato che si batterà per farti ottenere il risarcimento.

Ricordati che è opportuno chiedere il rimborso Blu Express il prima possibile, per farlo prima di altri passeggeri e completare la procedura più velocemente.

Inserisci i dati del tuo volo nella nostra pagina VERIFICA VOLO GRATIS.

Rimborso Blue Panorama: Fai un reclamo in 3 minuti On Line

Rimborso Blue Panorama

Vuoi chiedere un rimborso Blue Panorama e cerchi informazioni su come presentare un reclamo On Line?

Negli ultimi anni la Blue Panorama Airlines, che presto si trasformerà in Luke Air, ha aumentato il numero di voli nazionali e internazionali. Ma la conseguenza di un amento delle operazioni di volo è il connesso aumento dei disservizi aerei, quali ritardi e cancellazioni.

I nostri dati confermano che nell’ultimo anno i voli cancellati Blue Panorama sono aumentati del 13%, mentre i voli in ritardo Blue Panorama sono aumentati del 24%. Ma solo una piccolissima percentuale di passeggeri riceve una mail con la comunicazione del rimborso Blue Panorama, accreditato sulla stessa carta di credito utilizzata per acquistare il volo.

Ne consegue che, senza presentare dei reclami al vettore non è possibile ottenere un rimborso in modo automatico.

La notizia importante, però, è che il passeggero è protetto dal Diritto dell’Unione europea che prevede il pagamento in denaro fino a 600 €.

Abbiamo fondato TuoRisarcimento nel 2012 e da allora abbiamo aiutato migliaia passeggeri italiani a presentare reclami alla Blue Panorama.

In questa pagina ti svelerò come presentare un reclamo Blue Panorama in modo efficace per ottenere un rimborso in denaro che può essere di 250, 400 o 600 €. Inoltre scoprirai se è possibile ottenere un risarcimento ulteriore.

ATTENZIONE La Blue Panorama opera anche con il marchio Blu Express (per voli low cost), ma il reclamo va presentato sempre al vettore principale.

Quando si può presentare un Reclamo Blue Panorama?

Quando chiedere un rimborso Blue Panorama

Innanzitutto devi sapere che Blue Panorama, essendo una compagnia aerea italiana, deve rispettare il Regolamento CE 251/2004 che prevede diversi diritti per il passeggero (compensazione pecuniaria, assistenza e voli alternativi per raggiungere la destinazione finale).

Questo è un enorme vantaggio, a differenza di altre compagnie estere (come per esempio Air China) a cui non si applica questo Regolamento europeo se il volo parte da un paese fuori dall’Unione europea. Nel caso di Blue Panorama, invece, il Regolamento si applica per qualsiasi volo aereo (in partenza dall’Italia o dall’estero).

Il Regolamento CE, quindi, si applica per i voli:

  • nazionali (ad es. Milano-Lampedusa)
  • in partenza dall’Italia verso l’estero (ad es. Roma-Mombasa)
  • in partenza dall’estero verso l’Italia (ad es. Santo Domingo-Milano)

Presupposti

Il reclamo Blue Panorama si può presentare esclusivamente in questi 3 casi:

  • ritardo del volo superiore a 3 ore
  • cancellazione del volo
  • overbooking (o negato imbarco).

Ma vediamo in dettaglio questi casi.

Reclamo per ritardo volo Blue Panorama

Il ritardo del volo aereo Blue Panorama è risarcibile se è superiore a 3 ore all’arrivo. Questo significa che se il volo è partito con 3 ore e 20 minuti di ritardo ma, con una velocità di crociera più elevata del solito per recuperare tempo, il volo è arrivato con 2 ore e 55 minuti, non è rimborsabile. Il ritardo si calcola con l’apertura del portellone dell’aeromobile e non con l’atterraggio sulla pista.

I casi di ritardo del volo Blue Panorama sono quelli in cui i passeggeri da noi assistiti hanno spesso ricevuto un rifiuto da parte della compagnia aerea a pagare la compensazione pecuniaria. I motivi possono essere il guasto tecnico o problemi operativi per il volo. Ma con il nostro aiuto i passeggeri hanno correttamente ricevuto le somme della compensazione pecuniaria. Infatti il guasto tecnico o altri problemi operativi non sono circostanze eccezionali.

Il ritardo di un volo Blue Panorama va verificato correttamente prima della presentazione di un reclamo, dal momento che la verifica va fatta anche per l’aeroporto di destinazione. La presenza di maltempo nell’altro aeroporto, infatti, non può essere accertata dal passeggero e solo noi abbiamo la possibilità di verificare lo stato dell’intero aeroporto. In questo modo verifichiamo se le operazioni degli altri voli sono regolari e poter fare una richiesta di risarcimento sicura e fondata.

Per maggiori approfondimenti, puoi leggere la nostra pagina sul volo in ritardo.

Se hai subito un ritardo Blue Panorama, puoi verificare il volo e scoprire in modo gratuito se hai diritto a una compensazione pecuniaria fino a 600 € compilando il nostro MODULO ON LINE.

Reclamo per cancellazione volo Blue Panorama

La cancellazione di un volo Blue Panorama, invece, si verifica quando un volo aereo schedulato in partenza a una determinata ora non parte. Risulta quindi necessaria una rimodulazione del volo Blue Panorama cancellato.

La cancellazione volo Blue Panorama è purtroppo quella che crea maggiori preoccupazioni nei passeggeri a differenza del volo in ritardo. Perché il passeggero leggerà sul tabellone delle partenze solamente lo stato “cancellato/cancelled”, senza ulteriori notizie sul nuovo orario del volo (come per il volo ritardato).

La cancellazione del volo è spessa confusa con il ritardo, ma per poter reclamare con maggiore sicurezza è necessaria un’attestazione proveniente dai sistemi di flight tracker. Questa attestazione rientra tra i servizi gratuiti da noi offerti e verrà utilizzata dal nostro staff proprio per dare maggiore peso alla richiesta di rimborso avanzata a Blue Panorama.

Per maggiori approfondimenti, puoi leggere la nostra pagina sul volo cancellato.

Se hai subito una cancellazione Blue Panorama, puoi verificare il volo e scoprire in modo gratuito se hai diritto a una compensazione pecuniaria fino a 600 € compilando il nostro MODULO ON LINE.

Reclamo per Overbooking Blue Panorama

L’overbooking si verifica quando la Blue Panorama nega l’imbarco perché sull’aeromobile non ci sono posti a sufficienza.

Per approfondire, leggi la nostra pagina su overbooking.

Quanto ti deve pagare Blue Panorama?

Quanto deve rimborsa Blue Panorama
Quanto deve rimborsa Blue Panorama

La compensazione pecuniaria deve essere di:

  • 250 € per le tratte aeree inferiori a 1500 km (ad esempio tutti i voli nazionali di Blue Panorama)
  • 400 € per tutte le tratte aeree superiori a 1500 km in Europa e per tutte le altre comprese tra 1500 km e 3500 km
  • 600 € per tutte le tratte aeree superiori a 3500 km

Il pagamento deve avvenire in contanti, con bonifico bancario o con assegno.

Si tratta di un pagamento che il passeggero deve ricevere in denaro e non con buoni viaggio o voucher gratuiti, a meno che non siano espressamente accettati dal passeggero. Nei reclami presentati da noi di TuoRisarcimento ad Air Italy chiediamo esclusivamente pagamenti in denaro, perché l’offerta di voucher può essere svantaggiosa per il passeggero. Ad esempio, un voucher di 700 euro è possibile che sia utilizzabile entro 30 giorni, oppure non comprenda le tasse aeroportuali o il carburante, ecc. Mentre con il pagamento in denaro il passeggero è libero di scegliere la stessa Blue Panorama o altre compagnie aeree con prezzi più vantaggiosi per la medesima tratta.

Quando Blue Panorama può ridurre il pagamento del 50%

La Blue Panorama può ridurre la compensazione della metà quando offre un volo alternativo che consente comunque di arrivare a destinazione con un ritardo lieve.

In particolare, la compensazione pecuniaria può essere ridotta del 50 % se l’arrivo del volo alternativo Blue Panorama, rispetto alla prenotazione, non è superiore a:

  • 2 ore, per le tratte aeree fino a 1500 km (ad esempio per cancellazione del volo Blue Panorama Roma-Lampedusa, con tratta di 713 km)
  • 3 ore, per le tratte aeree in Europa oltre i 1500 km e per le altre tratte aeree comprese tra 1500 e 3500 km (ad esempio per cancellazione del volo Blue Panorama Milano-Creta, con tratta di 1670 km)
  • 4 ore, per le tratte aeree superiori a 3500 km (ad esempio per cancellazione del volo Blue Panorama Milano-L’Avana)

Cosa succede se ho 2 voli in coincidenza?

La Blue Panorama non opera voli con coincidenza programmata, ma solo voli diretti (anche quelli intercontinentali).

Questo significa che se avevi acquistato un volo con coincidenza da un intermediario (eDreams, Expedia, Opodo), i ritardi vanno verificati singolarmente per ogni volo.

Puoi approfondire l’argomento sul nostro articolo sulla perdita di coincidenza.

Differenza tra compensazione e rimborso Blue Panorama

La differenza tra compensazione pecuniaria e rimborso è molto importante nella presentazione del reclamo Blue Panorama.

La compensazione pecuniaria (da 250 € a 600 €) è dovuta in caso di:

  • ritardo volo Blue Panorama superiore a 3 ore
  • cancellazione volo Blue Panorama

Mentre il rimborso va aggiunto alla compensazione in caso di spese per:

  • acquistare pasti e bevande durante il tempo di attesa (devono essere dimostrate dagli scontrini)
  • l’albergo se il volo alternativo è previsto il giorno dopo (devono essere dimostrate da fatture)
  • il trasferimento dall’aeroporto all’albergo (devono essere dimostrate da fatture o ricevute di pagamento del tassista)
  • l’acquisto di un volo alternativo per raggiungere la destinazione che era prevista nella prenotazione.

Esempio in caso di ritardo volo Blue Panorama

Marco ha acquistato un volo Blue Panorama da Milano a Lampedusa che ha un ritardo di 6 ore. Durante l’attesa, a Marco non vengono offerti pasti e bevande gratuite, quindi li acquista a proprie spese per un importo di 18 €.

In questo caso, Marco ha diritto a un totale di 268 €, ossia:

  • compensazione pecuniaria di 250 € (perché la tratta è inferiore a 1500 km)
  • rimborso delle spese del pranzo di € 18 €

Esempio in caso di cancellazione volo Blue Panorama

Ludovica ha acquistato un volo Blue Panorama da Milano a Santiago De Cuba che è cancellato. A Ludovica non viene offerto un volo alternativo per raggiungere Santiago De Cuba e quindi lo acquistata a proprie spese dalla Air France al costo di 956 €.

In questo caso, Ludovica ha diritto a un totale di 1556 €, ossia:

  • compensazione pecuniaria di 600 € (perché la tratta è superiore a 3500 km)
  • rimborso delle spese del volo alternativo di 956 € che Blue Panorama non ha offerto a proprie spese.

Tempi di rimborso Blue Panorama

Tempi rimborso Blue Panorama
Tempi rimborso Blue Panorama (in giorni)

I tempi di rimborso Blue Panorama sono:

  • 15 giorni per il pagamento della compensazione pecuniaria
  • 7 giorni per il rimborso del biglietto del volo cancellato

I nostri dati, però, confermano che solo lo 0,2 % dei rimborsi Blue Panorama avviene entro queste tempistiche. Sono quindi necessari dei solleciti con carta intestata di un avvocato per accelerare i tempi.
Ma affidando il reclamo a noi di TuoRisarcimento avvieremo già il reclamo con carta intestata dello studio legale e potrai ricevere assistenza gratuita, come spiegato sotto.

Come avviare il reclamo Blue Panorama

Se hai subito un problema aereo come quello descritto in questa pagina, devi immediatamente chiedere un rimborso Blue Panorama. La richiesta va presentata il prima possibile, perché alcuni dati confermano che i passeggeri che per prima hanno avviato il reclamo sono stati pagati con maggiore velocità e certezza. Con il passare del tempo, inoltre, aumenteranno il numero di altri reclami Blue Panorama e il rifiuto di pagare per i successivi.

L’assistenza da parte di esperti per la presentazione del reclamo è fondamentale per diversi motivi:

  • istruzione della pratica con i documenti necessari
  • suggerimenti e strategie da parte del nostro staff, che ha alle spalle migliaia di casi precedenti
  • possibilità di poter contestare il possibile rifiuto della Blue Panorama a pagare
  • minaccia di avviare un’azione legale se il pagamento non avverrà entro 15 giorni
  • invio della lettera con la richiesta di rimborso da parte dei nostri avvocati che assistono il passeggero in modo gratuito

ATTENZIONE La Blue Panorama ha l’obbligo di pagare per legge, altrimenti può subire un pignoramento dei propri conti bancari o nella propria sede legale italiana.

Dal 2012 aiutiamo i passeggeri italiani che hanno subito un disservizio da Blue Panorama ad ottenere la compensazione pecuniaria prevista dall’Unione europea. Ma ancora oggi i passeggeri a conoscenza della possibilità di poter reclamare sono pochi e, ogni anno, milioni di risarcimenti fondati non vengono incassati.

Il nostro staff è specializzato nell’assistenza del passeggero e conosce la procedura per presentare un reclamo vincente e far ottenere il pagamento al passeggero nel minore tempo possibile.

La presentazione del reclamo con la nostra assistenza è interamente gratuita e, solo in caso di successo, tratteniamo il 25 % (tasse incluse) di quanto spetta al passeggero.

Abbiamo già aiutato migliaia di passeggeri italiani e possiamo aiutare anche te senza nessuna spesa.

Inserisci i dati del tuo volo e verifica se hai diritto al risarcimento da Blue Panorama direttamente nel nostro modulo ON LINE.